Coordinamento Cittadino Lotta per la Casa

Iniziative

L'Autorganizzazione non è un crimine: il 17 febbraio alle ore 11 tutti e tutte a piazzale Clodio

Arreesto compagni/e scuola 8 marzo 

- Associazione a delinquere
- Estorsione
- Violenza privata
- Furto aggravato
- Detenzione di armi


Questi sono solo alcuni degli assurdi reati di cui i compagni e le compagne di Magliana sono accusati/e per la vicenda dell'occupazione dell'ex-scuola “8 marzo”.

L'impianto accusatorio viene riproposto senza nessuna novità, e soprattutto senza vergogna, tentando di descrivere una lotta
autorganizzata come un'efferata organizzazione criminale.

Rigettiamo tutte le loro false accuse. Rivendichiamo l'auto-organizzazione e la lotta come strade necessarie per il soddisfacimento dei bisogni sociali e la costruzione di un futuro diverso.

Invitiamo tutti e tutte ad essere presenti sotto al tribunale di piazzale Clodio dalle ore 11, in occasione dell'udienza preliminare che deciderà di quali di questi reati i compagni e la compagna dovranno rispondere al dibattimento.

Nella stessa giornata si aprirà il processo contro compagni e compagne della Rete Romana di Solidarietà con il Popolo Palestinese che, durante un'iniziativa di solidarietà con i prigionieri politici palestinesi rinchiusi nelle carceri israeliane, oltre ad essere stati selvaggiamente aggrediti con calci e pugni rivolti unicamente ai palestinesi presenti,
adesso si ritrovano sotto processo. Anche loro saranno in presidio accanto a noi quella mattina.

SOLIDARIETA' A CHI, LOTTANDO, CADE NELLE MAGLIE DELLA REPRESSIONE DI POLIZIA, CARABINIERI E MAGISTRATURA! LIBERTA' IMMEDIATA PER I COMPAGNI E LE COMPAGNE INCARCERATI PER LE LOTTE CONTRO LA TAV IN VAL DI SUSA!

CSOA Macchia Rossa - Magliana
Coordinamento Cittadino di Lotta per la Casa 

FRONTE DEL PORTO… LA CITTA’ NON IN VENDITA!

A via del Porto Fluviale n°12 un grande portone di ferro chiudeva da sempre l’ingresso di un vecchio magazzino dell’aeronautica abbandonato ed impolverato.
Otto anni fa fu occupato da centinaia di persone che da allora lo hanno trasformato non solo nella casa che non avevano mai potuto affittare né tantomeno comprare ma anche in un posto accogliente per i tanti che si sono voluti affacciare anche solo a prendere un tè, assaggiare le cucine del mondo, vedere un film o partecipare ad un’assemblea.

portoOggi questo edificio, insieme ad altri 15 tra immobili ed immense aree nel cuore di importanti e popolosi quartieri della nostra città vengono messi in vendita al solo scopo di fare cassa  (tutto peraltro da dimostrare visti gli esiti disastrosi delle precedenti cartolarizzazioni).

Oltre il danno delle servitù militari che abbiamo pagato per anni anche la beffa di regalare ora tutto questo ai soliti immobiliaristi sperando che lascino cadere qualche briciola dalla loro tavola.
Per noi oggi l’ex caserma di Via del Porto Fluviale, l’unica occupata e abitata, diventa il “Fronte del Porto”… un simbolo a cui affidiamo la semplicità di un messaggio inequivocabile:
 “la nostra vita non è in vendita!”

Per non rinunciare a cogliere un’occasione di valorizzazione comune che si esprima nelle modalità di partecipazione, che costruisca un’alternativa alla svendita.
Che partendo da questi spazi coinvolga idee e creatività sociale che già si esprimono in molti purtroppo piccoli spazi riqualificati dal basso di questo territorio.


Vi aspettiamo Mercoledì 7 Dicembre
via del Porto Fluviale 12, zona Ostiense


H 18.00 VIDEOPROIEZIONE di GOOD BUY ROMA
documentario  che racconta la vita e le storie che si intrecciano
nell'ex edificio militare abbandonato di via del Porto Fluviale 12.

H 19.00 ASSEMBLEA PUBBLICA
per costruire una mobilitazione comune e un'alternativa alla vendita del patrimonio pubblico

H 21.00 CENA SOCIALE 'SAPORI DAL MONDO'

Vi ricordiamo inoltre che  in via del Porto Fluviale 18
dal Giovedì al Sabato, dalle 17.00 alle 21.00, Domenica a pranzo
è aperto FronteDelPorto la sala da thè del Porto Fluviale.


Uno spazio per incontrarsi, pensato per scambiare esperienze e mettere in movimento idee.
per informazioni http://www.facebook.com/frontedelportofluviale

Assemblea sul diritto all'abitare

SPAZI CONTRO PROFITTI E SPECULAZIONI

Mentre a livello globale e nazionale arrivano al culmine gli effetti di un sistema basato su egoismo, profitto e speculazione, nella città ... in cui viviamo sono già numerose le ferite inferte al territorio e alle risorse pubbliche dalle amministrazioni che si sono alternate grazie al sostegno di quelle medesime logiche.

Come se non bastasse, con l'etichetta di "Piano casa", la Regione Lazio ha approvato un progetto regionale che con 60 richieste di infrastrutture portuali su 362 km di costa, deroghe ai vincoli dell’Agro romano per avviare la costruzione di strutture turistiche, stadi e palazzi, continua a rendere evidente l'intenzione di incentivare i profitti di costruttori e aziende private, senza tener conto (come sempre) dell'impatto ambientale e delle reali necessità delle persone.

Nuove cementificazioni e devastazioni dell'ecosistema, a vantaggio di profitti e speculazioni, non hanno certamente l'obiettivo di porre rimedio all'emergenza abitativa che grava da decenni sulle esistenze dei cittadini romani.

A Roma la mancanza di case popolari è un enorme strumento di profitto per pochi e un diritto negato a molti. Il livello dei costi per gli affitti (i più alti d'Europa) costringe migliaia di romani ad emigrare sempre più lontanto dalla città, a dover lavorare sempre di più, accettando condizioni e orari di lavoro sempre peggiori.

A fronte di 42.500 richieste di case popolari la risposta delle istituzioni è praticamente nulla, mentre secondo un censimento del Comune di Roma sono 270.000 le case vuote o sfitte nel territorio romano.
Le amministrazioni pubbliche hanno gli strumenti necessari per risolvere l'emergenza abitativa ma hanno sempre scelto di non farlo per salvaguardare i profitti dei costruttori che le sostengono.


domenica 4 dicembre alle 11 assemblea pubblica, mercato di Monte Mario, via carlo livi

Tutti i Mercoledì sportello sociale e legale allo Spazio Sociale Ex51 (Via Bacciarini 12) dalle 19 alle 21

casa per tutti e tutte

DIBATTITO SUL TEMA: PERIFERIE IN LOTTA ?

MARTEDI’ 29 NOVEMBRE 2011

PRESSO IL CSOA AURO E MARCO DI SPINACETO

H: 19:00 DIBATTITO SUL TEMA: PERIFERIE IN LOTTA ?

INTERVERRANNO AL DIBATTITO NUMEROSE REALTA’ CHE OPERANO NELLE PERIFERIE
ROMANE, CON VIDEO E MATERIALI.

"valorizzare un atteggiamento di inchiesta permanente su temi che noi consideriamo importanti
come il territorio e la metropoli, cosa sono e come si trasformano le periferie, e come si
costruiscono battaglie sociali sui territori e nelle periferie abbandonate delle metropoli globali.
Il punto interrogativo del titolo di questo dibattito è per noi elemento costituente per evitare
di affrontare temi e questioni sociali con l'atteggiamento di chi ha la risposta pronta in tasca e
soprattutto evitare di sostenere che l'alchimia magica tra crisi e precarietà farà scattare rivolte
e ribellioni generalizzate che ci consegneranno un mondo migliore.
A nostro giudizio non esistono formule magiche e anche il metodo con cui si costruiscono
strumenti dell'intervento politico e sociale è già di per se un atto politico di ribellione che
prefigura il mondo che vorremmo.
Quello che crediamo di avere in comune è la volontà di trasformare la crisi in opportunità, e i
nostri territori da territori produttivi in territori ribelli, valorizzando il lavoro politico, sociale e
culturale, che si è prodotto, anche se con molte discontinuità e difficoltà, in questi anni."

Leggi tutto...

DENTRO E OLTRE IL 15 OTTOBRE

15 Ottobre 2011: fiumi di parole sono stati stampati in una mole impressionante di comunicati e prese di parola. Pochi sono stati gli spazi pubblici e collettivi, dove poter sviluppare una discussione utile a comprendere e dibattere oltre la cronaca, sul significato di quello che è accaduto e che sta accadendo.

A più di due settimane di distanza crediamo necessario e non più rimandabile costruire questa occasione, questo spazio: pena lasciare il passo alla pratica della delazione, alla criminalizzazione delle esperienze sociali e di lotta, agli arresti, alla repressione, alla chiusura degli spazi e dell’agibilità di movimento. Pena l’auto – reclusione nei recinti angusti dei nostri luoghi abituali, la paura di tornare nelle piazze, di rilanciare con tutta le forza necessaria le lotte ed i movimenti contro l’austerity, i tagli, la precarizzazione, le ingiustizie sociali.

Leggi tutto...

Fronte del Porto

Sala da te del Porto Fluviale

Apre Fronte Del Porto una sala da the ma anche un luogo in cui imparare e proporre.

Uno spazio aperto per incontrarsi pensato per scambiare conoscenze e mettere in movimento le idee.
Si potrà non solo bere un the, gustare specialità, odori e suoni dai tre continenti ma anche imparare e
proporre.
Nei prossimi mesi verranno attivati corsi di : cucina internazionale, lingua, geografia.
Sono attivi una piccola biblioteca e un quaderno delle idee.
Verranno organizzate proiezioni, presentazioni di libri,letture di fiabe per bambini e tanto altro.

Leggi tutto...

- Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua navigazione. Per saperne di più e capire anche come non utilizzarli vedi le informazioni nella nostra Cookie policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information